Le storielle del principe

La torre di Hanoi

Notte silente

Scende la nebbia del mistero

La conoscenza è magica

 

Buongiorno Principessa,

Ecco per te la storiella di oggi.

La torre di Hanoi

Il fuoristrada avanzava lento sulla ripida salita, a sinistra il burrone, il barratro, a destra spuntoni di roccia.

I due ragazzi, fumavano e con aria serena e divertita proseguivano la loro ascesa.

– Quanto manca al monastero?

– Dovremmo esserci tra 30 minuti penso.

– Ehi stai attento a quel masso, ma come cazzo fanno ad arrivare fin quassù?

– Non ci arrivano, stanno lì e basta. Pensa che vanno giù in paese soltanto qualche volta l’anno. E mica tutti. Ci sono monaci che non vanno giù da qualche anno.

– E te come fai a saperlo?

– Uhmm lo so e basta.

– Ma vai a cagare, scemo.

– Eccolo il monastero.

– Senti fai così, te annunciaci e vediamo che succede.

– Uhm buongiorno siamo i tecnici,  abbiamo portato il nuovo elaboratore

– Vi faccio strada, vi stavamo aspettando. Ecco quello è il nostro priore. Da questa parte signori, vi mostro la stanza dove potete installare l’apparecchiatura.

-Ehi ha visto che spazi? E che aria che si respira. Altro che giù da noi.

– Si ma vuoi mettere il divertimento che abbiamo noi, mica qui. Dopo due giorni ti spari.

– Dai lavora, che mi sento la testa leggera come se mi fossi fumato 10 canne una dopo l’altra.

– Cosa cazzo se ne fanno in questo posto sperduto di un calcolatore in parallelo da 300.000 $

-Dovranno spedire le email di spam a tutto il mondo con messaggi di amore e di pace.

– Ehi priore abbiamo finito, tutto funziona adesso. Abbiamo modificato il software secondo le vostre indicazioni. Anche se non capisco a cosa vi servano quelle modifiche. Mica volete anche voi inondare il mondo di email spam vendendo amari alle erbe che crescono solo da voi.

A questo punto il priore, in assoluto silenzio li fa segno di seguirlo e li fa entrare in una piccola stanza. La stanza è completamente spoglia, c’è al centro un piccolo tavolino con sopra la rappresentazione del gioco delle torri di Hanoi con 3 dischi.

– Queste sono le 3 torri di Hanoi, la profezia dice che se riusciamo a completare il gioco con 5 dischi ai sacerdoti del tempio si mostreranno mondi fantastici.

– Ah ricordo, questo è un problema matematico che ha a che fare con le serie infinite. Si mi sembra che è una cosa complicata.

– Infatti, abbiamo sviluppato un software in grado di risolvere il problema e portarci nei mondi della profezia.

Adesso il fuoristrada scende dalla montagna. I due ragazzi sono sereni, uno guida con la cicca di sigaretta in bocca.

– Ehi ma te ci credi che quelli siano in grado di far funzionare un computer del genere?

    Secondo me stare troppo tempo qui in alto gli ha fatto fondere il cervello, pensa il gioco mostra nuovi mondi. Che cazzata!

Davanti al fuoristrada si para un buco, un buco nero come una galleria, ma scintillante dall’interno, come se mille luci si muovessero verso di esso e lo attraverssassero.

Un buco che man mano che ti avvicini ti affascina con i le mille luci colorate, che ti attira a se.

Tutto comincia a girare vorticosamente la montagna, i sassi, la polvere della strada, l’auto.

I ragazzi sono avvolti in un vortice di colori è una bella sensazione. Hanno il tempo di guardarsi neglio occhi, hanno il tempo di pensare alla loro vita passata.

Hanno il tempo di capire che cazzo i monaci sono riusciti a risolvere il gioco delle torri di Hanoi con 5 dischi.

La leggenda dei cinque dischi è vera. Il resto l’ho messo io.

Ciao cara principessa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...