Le storielle del principe

Velluto blu

Buongiorno Principessa,

Siccome ogni giorno devi essere nutrita ti mando la storiella:

Velluto blu

Il professore con la barba canuta, come ogni sera stava seduto sulla panchina della stazione. Una piccola stazione di un paesino. Due binari, uno verso la città e uno verso il paese. Due binari che univano le genti distanti.

Il ronzio della macchina delle bibite. I tarli che lenti continuavano a rosicchiare le sedie e i corrimano della sala d’attesa. La fioca luce che proiettava sinistre e familiari ombre sul marciapiede.

Un vento caldo e carico di energia cominciò a soffiare, non era un vento vero e proprio era un alito, un abbraccio. Scese dalla pensilina, spostò un piccolo pezzo di carta che si era ben nascosto sul pavimento, abbraccio il professore.

In contemporanea dei rumori di passi si cominciarono ad udire dal sottopassaggio. Passi ritmici, cadenzati, come una danza ipnotica. Erano tacchi, sicuramente la donna che li indossava doveva essere bella. Tutte le donne sono belle se camminano in quel modo. I suoi passi erano musica.

Insieme al nuovo abbraccio del vento arrivò anche lei.

Riccia con i capelli rosso rame, diafana come un morto, la bocca pittata di rosso intenso come le unghie delle mani, gli occhi grigio blu come il vestito che indossava.

Indossava un vestito blu di velluto, una gonna ampia, tenuta in vita da una cinta alta, una giacchetta alla vita con le maniche attillate fino al gomito e poi un po’ pompose fino alla spalla.

Una borsetta nera sotto il braccio destro, in tono con le scarpette nere, dai tacchi alti e soavemente rumorosi. Lo sguardo smarrito, spaventato come se qualcuno la inseguisse.

Il professore si alzò, si avvicinò a lei, la prese per la vita e ballò per pochi secondi un valzer immaginario. Le baciò la mano e tornò a sedersi. Lei scappò.

Questa è la storia della prima volta che il professore di musica si innamorò di una donna.

Non si seppe mai se la donna scappava veramente inseguita da qualcuno, o se era lei il cacciatore, magari di un marito fedigrafo.

A presto 

Bellissima principessa.

20130301-230941.jpg

One thought on “Velluto blu

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...