Le storielle del principe

Il Pettiroso

Buongiorno Principessa

Ti ho chiesto dei pettirossi perché siamo in clima natalizio e ti voglio raccontare una leggenda.

Ti sei mai chiesta perché gli abeti sono verdi tutto l’anno?

Un autunno di tanti anni fa, gli alberi del bosco si preparavano per l’inverno. Allegramente frusciavano tra di loro, cominciavano a ingiallire le foglie per farle cadere al suolo. Discutevano dell’estate, cantavano al vento, ridevano dell’ultimo sole che ancora gli scaldava. Gli alberi da frutto avevano già lasciato i frutti a terra o agli uomini.

Un piccolo uccellino volava felice tra i rami giocava con le foglie, faceva a gara con le foglie a chi arrivava prima in terra. L’inverno era passato dal suo collega autunno, per chiedergli di anticipare perché ai primi di marzo doveva partire per fatti suoi.

Nel passare nel bosco col suo mantello di neve, gelò un ramo e proprio in quel mentre giocava l’uccellino che purtroppo fu ferito al petto dal ramo gelato, lo feri.

L’uccellino impaurito guardò in alto, i suoi compagni erano già andati via. Stavano andando al caldo, cominciò a piangere disperato, sentiva che stava per morire.

Aveva freddo e aveva bisogno di un posto dove ripararsi.

L’abete, aveva visto tutto, lo chiamò e disse:

– Caro uccellino qui sul mio tronco c’è un nido di un picchio, è comodo spazioso e caldo. Puoi utilizzarlo per tutto l’inverno. Io rimarrò sveglio per te, così che con il mio fogliame ti ripari dal freddo dell’inverno e potrai guarire. Inoltre se gli altri animali del bosco vedono che sono sveglio sicuramente gireranno qui intorno, te potrai nutrirti dei loro avanzi.

E’ così il nostro uccellino passò tutto l’inverno nel nido del picchio. Si ristabilì dopo un po’ di tempo, e grazie al suo amico abete a primavera era nuovamente forte e arzillo. La macchia di sangue dal petto non gli spari, anzi un piumaggio carmigno lo contraddistingueva dai suoi compagni, che saputa la sua avventura lo chiamarono pettirosso.

Gli uccellini pettirossi sono amici dell’abete ecco perché in inverno anche se c’è freddo in montagna con la neve c’è sempre un amico pettirosso che vola felice intorno all’ abete.

Questa storia non so come, arrivò fino agli uomini, che vista la bontà dell’abete lo vollero a protezione del loro focolare durante il periodo più bello dell’anno: il Natale. E lo risparmiarono come albero per far legna.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...